Due parole al volo sul pd al 23%.

gennaio 20, 2009

I sondaggi ci dicono che, rispetto alle ultime elezioni, il pd ha perso l’11% dei consensi. Veltroni si difende asserendo che le elezioni sono lontane e che non si tratta di voti reali. Una linea francamente debolina, visto che stiamo parlando di un partito che pretende di essere “radicato sul territorio”. Ma passando alle cause di questa emorragia di consensi, faccio una semplice riflessione. Nella primavera 2006 l’elettorato di centrosinistra voto’ in massa nella convinzione che, una volta sostituito il governo Berlusconi in carica, sarebbero state abolite le cosiddette “leggi vergogna” in materia di giustizia penale. In realta’ la quasi-maggioranza di centrosinistra completo’ l’opera vergognosa con l’indulto e le leggi precedenti non furono nemmeno toccate. Ora il pd si propone di varare nientemento che una “riforma della Giustizia” (mi vengono i brividi) con gli autori delle “leggi vergogna”, fra cui militano svariati pregiudicati, pluriinquisiti, condannati e prescritti.

A ben pensarci il 23% e’ ancora tanto.


La riforma della giustizia che piacerà a Cosa Nostra.

gennaio 19, 2009

In certi casi è bene far parlare altri. Questa volta copioeincollo un articolo apparso su micromega del 2 gennaio u.s. a firma di Luca Tescaroli, il magistrato che ha portato a processo gli esecutori della strage di Capaci.

***
Leggi il seguito di questo post »