Undici punti per il 2011.

1. Gli ospedali sono luoghi dove si curano i malati, non aziende che devono risparmiare sui posti letto.
2. Le scuole sono luoghi dove gli insegnanti insegnano, e non dove vengono insultati perchè hanno uno stipendio.
3. I tribunali sono luoghi dove si processano i delinquenti, non dove si aspetta la prescrizione.
4. Gli enti locali erogano servizi, non consulenze.
5. Le banche sono istituti di credito, non di rapina.
6. Le università sono istituti di ricerca; ma non ricerca di come tirare a campare.
7. Gli imprenditori non devono essere necessariamente dei criminali.
8. Malmenare la gente non è l’unico compito della polizia.
9. Pensare non è vietato.
10. Sui giornali sono scritte notizie, non calunnie.
11. Potrei farci un partito.

Annunci

3 Responses to Undici punti per il 2011.

  1. Giuseppe Pepe ha detto:

    Perchè no?
    Aggiungendoci magari la corretta tassazione delle rendite finanziarie e il reale recupero delle imposte e tasse evase; e prevedendo di destinare il ricavbato (enorme) prima a far sopravvivere gli sfigati, poi, con quello che resta (tantissimo), a combattere la mafia: mi pare che sarebbe il partito ideale.

  2. sandro zagatti ha detto:

    Giusto, anche se i tuoi punti potrebbero essere sottocommi del punto 7…

  3. nicoletta ha detto:

    e insomma basta con questa caccia all’imprenditore canaglia, zagatti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: