Cari finiani

6641148829263

Capisco che sarebbe come ammettere di aver tradito la moglie tanti anni fa, senza che lei lo scoprisse e quando ormai l’avete fatta franca, ma visti i tempi forse ne vale la pena.

E’ così difficile ammettere di aver votato la depenalizzazione del falso in bilancio per salvare B. dai processi Fininvest?

E’ così difficile ammettere di aver votato la legge sulle rogatorie internazionali per lo stesso motivo?

E’ così difficile ammettere di aver votato la riforma della legge sui pentiti per bloccare alla radice le indagini sulle stragi di mafia del 1992-1993, all’epoca in corso a Caltanissetta e a Firenze, e puntualmente archiviate nel 2002 e nel 2004?

E’ così difficile ammettere di aver votato leggi e decreti che indeboliscono il 41/bis e la chiusura delle supercarceri di Pianosa e dell’Asinara?

E’ così difficile ammettere di aver votato la legge Simeone, che di fatto abolisce la reclusione per centinaia di fattispecie di reato, per evitare i carcere ai tangentisti?

E’ così difficile ammettere di aver votato la legge Cirami nella speranza di salvare B. dai processi al Tribunale di Milano?

E’ così difficile ammettere di aver votato la legge Cirielli sull’accorciamento della prescrizione, che costituisce un’amnistia permanente per una categoria enorme di reati, per salvare B. e tanti suo amici?

E’ così difficile puntare il dito su Forza Italia che votò l’indulto per evitare il carcere a Previti?

E’ così difficile ammettere di aver votato la legge Frattini sul conflitto di interessi che è una presa in giro, una buffonata, che ha offerto a B. la possibilità di saccheggiare il mercato televisivo?

E’ così difficile ammettere di aver votato la Legge Gasparri, scritta dai consulenti del Cavaliere e cucita sui suoi interessi?

E’ così difficile dire che le imprese di B., ad onta di categoriche smentite preventive, si sono avvalse ripetutamente dei condoni fiscali da voi votati?

E’ così difficile ammettere di aver votato l’incostituzionale legge Pecorella per salvare il Cavaliere dagli appelli della Procura Generale di Milano?

E’ così difficile ammettere di aver votato il riassetto dell’ordinamento giudiziario per agevolare lo striciante assoggettamento della magistratura ad un CSM sempre più controllato dalla politica?

E’ così difficile ammettere di aver votate una legge incostituzionale per impedire a Caselli di divenire Procuratore Nazionale Antimafia, favorendo invece l’ambiguo Piero Grasso e quindi anche le mafie?

E’ così difficile ammettere di aver favorito con leggo ad hoc il ritorno in Cassazione del giudice Carnevale, detto “ammazzasentenze” (antimafia)?

E’ così difficile ammettere di aver votato leggi e decreti per favorire Retequattro ad onta di ripetute pronunce della Corte Costituzionale e della Corte di Giustizia Europea?

E’ così difficile ammettere di aver votato la riforma dell’art. 111 della Costituzione, ora grottescamente definito “giusto processo”, che ha il solo scopo di favorire gli imputati colpevoli e di allungare a dismisura i processi?

E’ così difficile ammettere di aver assecondato la grottesca teoria politica sulle “toghe rosse”?

E’ così difficile ammettere di aver votato il “patteggiamento allargato” per evitare il carcere a Bossi?

E’ così difficile ammettere di aver votato l’indebolimento dell’articolo del codice penale sull’attentato alla Costituzione (perchè avete fatto pure questo) per accontentare i leghisti?

E’ così difficile ammettere che il decreto salvacalcio lo dettò direttamente Galliani per far risparmiare tasse al Milan?

E’ così difficile ammettere di aver votato la legge sul contributo di Stato per i decoder per regalare soldi a Paolo Berlusconi?

E’ così difficile ammettere di aver chiuso gli occhi su tutti gli abusi fiscali, edilizi, paesaggistici che il Cavaliere ha consumato in questi anni e poi sanato con condoni ad hoc?

E il lodo Alfano, il processo breve, il ddl anti-intercettazioni, il legittimo impedimento …, assurdità giuridiche ed incostituzionali votate, assecondate, discusse al solo fine di salvare gli interessi personali di Berlusconi (e dei suoi sodali) e di preservarlo dai processi.

Mi fermo qui perchè vado a memoria e voi ne sapete molto più e meglio di me. Ma in sostanza: è così difficile ammettere di aver consentito al Parlamento di divenire il luogo dove ci si occupa quasi esclusivamente delle faccende e dei problemi di Silvio Berlusconi e della sua corte?

Mi rendo conto che sì, è difficile. E’ difficile ammettere di essere stati per anni i servi di un bandito; ma chissà che per una volta l’onestà intellettuale venga ripagata, in un modo o nell’altro. Anche perchè potreste aggiungere di essere stati in buona compagnia: oltre ai leghisti, avete avuto al vostro fianco i casiniani e spesso e volentieri anche la cosiddetta attuale opposizione, che tante leggi pro-Cavaliere ha votato quando era minoranza o addirittura voluto quando era maggioranza.

In altre parole, da voi mi aspetto non che sgambettiate il Presidente del Consiglio per prenderne il posto, ma una operazione-verità sulle vergogne delle maggioranze di cui avete fatto parte. Altrimenti resterete ai miei occhi solamente servi invidiosi e patetici, ed in tal caso vi meriterete di sparire per colpa dei Tulliani e dei loro trastulli monegaschi.

11 Responses to Cari finiani

  1. maria ha detto:

    Nacquero servi e di dolore ostello, ma giustamente basta con le giustificazioni e le balle e le bolle.
    Condivido con piacere

  2. sandro zagatti ha detto:

    Grazie Maria. Ricordiamo loro che argomenti ne hanno e vediamo se dispongono di conseguente determinazione.

  3. gianna ha detto:

    Complimenti per la memoria! Non mi ricordavo che avessero partecipato a tutte queste schifezze.
    Vorrei fare riferimento al tuo articolo precedente riguardo all’inutilità del PD. Ma allora cosa si potrà mai votare alle prossime elezioni sempre ammesso che ci siano in breve tempo? Io son sempre convinta che occore unità tra le forze che tentano di frenare Berlusconi. Anche il movimento di Grillo se prenderà un discreto numero di voti si dovrà alleare se non addirittura far parte del PD come del resto Di Pietro… tutte queste frange così sparse non porteranno a niente… o no?
    A proposito di legge ad personam pare che sia entrata in vigore la legge ad aziendam. Ho letto su Repubblica che con una legge votata in questi giorni la Mondadori si è evitata di pagare tasse per 116.000.000 di euro… non te la so spiegare nei particolari, certo tutto ciò è abominevole e sapessi come mi girano le palle non potere evadere neanche di un centesimo…

    • sandro zagatti ha detto:

      Queste e molte altre! Elencarle tutte sarebbe interminabile. Ce ne sono di minime che sono sfuggite a tutti, una perfino a quel pignolino di Travaglio. Ho messo solo le principali fra quelle che ho in mente.

      Prima o poi bisognerà istituire il giorno della memoria-vergogna, per ricordare l’elenco di tutte le leggi ad personam-aziendam-castam-mafiam-criccam-ecceteram che ci hanno inflitto.

  4. Lisa ha detto:

    Mah, di solito ammettere di aver fatto qualcosa viene considerato più come un segno di debolezza (perchè ti mette nella condizione di trovarti in debito) che di forza. L’ammissione porta all’assunzione di responsabilità e alla conseguente impossibilità di non fare nulla perchè le cose cambino… Ti pare che questa volontà di cambiamento e la coscienza di avere una responsabilità siano segni distintivi di qualunque cricca politica, oggi, nel nostro Paese?

    • sandro zagatti ha detto:

      No, infatti era una proposta retorica e non mi aspetto niente. Ma siccome quando volano gli stracci scappa sempre qualcosa di troppo, e siccome questa volte in ballo c’è la sopravvivenza politica di tanta gente, non si sa mai che qualcosa scappi.

      • Lisa ha detto:

        Io non so cosa pensare. Forse con Berlusca non si è ancora arrivati al fondo e adesso sta per arrivare il vero “ultimo capitolo” di una storiaccia politica che è iniziata decenni fa. Una specie di “dopo di me il diluvio”. E in quell’occasione sappiamo tutti com’è andata a finire…

  5. sandro zagatti ha detto:

    L’evocazione dell’epilogo apocalittico ricorre nei pensieri e nei sogni di molti, ma non mi è chiaro chi e cosa lo determinerebbe, visto che senza un collasso economico il Cavaliere sopravviverà a se stesso. E comunque l’impressione è che B. sia pur sempre il burattino di qualcuno/qualcosa, che ben difficilmente lascerà la presa. Non so, sono dubbioso.

  6. sandro zagatti ha detto:

    @gianna. L’esigenza di un fronte anti-B. è finalmente percepita da tutti, compresi quelli che fino a poche settimane fa deploravano l'”antiberlusconismo”. Atteggiamente assolutamente incomprensibile, sol che si pensi che se uno schieramento politico è espressione dei voleri di un singolo individuo, fare opposizione ad esso significa necessariamente prendersela con lui e basta.

    Modi e forme di tale fronte restano oscuri. Se c’è chi vede come possibile una specie di CLN che comprenda tutti, da SEL all’UDC, passando per Fini, vi è anche chi ritiene implausibile sommare nientemeno che ex fascisti ed ex comunisti.

    Quanto al PD, non riesco veramente a capirli; non mi fanno più nè pena, nè rabbia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: