Marionette di noi stessi

gennaio 31, 2010

burattini

Lo confesso: sono confuso.

Non scrivo sul blog da un mese e mezzo, e c’è un motivo. Non riesco a capire cosa sta succedendo. Da un lato vedo Berlusconi e la sua corte sempre più tronfi e convinti di poter andare avanti per la loro strada. Dall’altra avverto la certezza di alcuni che il Cavaliere è arrivato al capolinea, che la sua capitolazione è questione di mesi.

Secondo alcuni il ddl sul processo breve avrà la stessa sorte di quello sulle intercettazioni: votato da un ramo del parlamento ed accantonato dall’altro. Quello sul legittimo impedimento darà respiro a Berlusconi per il tempo sufficiente alla Corte Costituzionale a bocciarlo. E sul cosiddetto lodo Alfano costituzionale non vedo l’entusiasmo del paese. Eppure Berlusconi va avanti. Ma procedono anche le indagini (e i processi) su di lui a Palermo, a Caltanissetta, a Milano, a Firenze.

Mai come in questo momento avverto la desolazione del cittadino che non sa cosa pensare perché NON SA. In effetti NOI NON SAPPIAMO cosa sta accadendo in questo paese e per questo non sappiamo che fare, a chi rivolgerci, in cosa sperare, in cosa credere. Se anche provassimo a prendere decisioni risulteremmo al massimo marionette di noi stessi.

Annunci