9/11: what we saw.

maggio 14, 2009

Navigare nei siti dedicati agli attentati dell’undici settembre è un’esperienza affascinante. Ore ed ore di testimonianze, rapporti, pareri, analisi tecniche e soprattutto filmati analizzati nei minimi dettagli, allo scopo di confutare ogni affermazione della versione ufficiale, di mostrare le più incredibili mistificazioni, di spalancare gli scenari più inquietanti.

A prescindere dalle opinioni che ognuno può farsi, vale comunque la pena di scorrerli. Fra le centinaia di file pesco questo video ripreso da un’abitazione privata con vista sul World Trade Center. La videocamera è stata accesa poco dopo il primo impatto e riprende fino al crollo della torre Nord (il secondo).

Sembra quasi completamente autentico, salvo un singolare (e sospetto) sussulto (un taglio?) in corrispondenza dell’impatto del secondo aereo (United Airlines 11). A tal proposito segnalo il commento immediato della persona che ha effettuato la ripresa: ” ‘t was a military plane!”.


Il delitto di via Poma.

maggio 14, 2009

Ieri sera la trasmissione “Chi l’ha visto” ha dedicato un servizio alle indagini sull’allora fidanzato della povera Simonetta Cesaroni, tale Raniero Busco. Ovviamente nulla dico circa i sospetti su quest’ultimo e sulla possibile richiesta di rinvio a giudizio che penderebbe sul suo capo.

Però imbastire un processo indiziario a distanza di vent’anni su di un soggetto che fu già indagato subito dopo il delitto è un fatto credo quasi unico. Va bene le nuove tecnologie, ma mi chiedo se non abbia ragione chi sostiene che questa vicenda abbia retroscena inquietanti che (quasi) nessuno ha mai riferito.