Vorrei tanto che avesse ragione Berlusconi.

gennaio 26, 2009

“Intercettazioni: emergera’ il piu’ grande scandalo della nostra Storia”. Lo annuncia il Presidente del Consiglio.

Davvero?

Scopriremo finalmente i mandanti delle stragi di Capaci e di via D’Amelio?

Sapremo la verita’ sugli attentati del 1993 di via Fauro, di via dei Gerogofili, di via Palestro, di San Giovanni in Laterano, di San Giorgio al Velabro?

Scopriremo finalmente come e’ stato possibile per Provenzano vivere da latitante per 40 anni, ricevendo quotidianamente dalla moglie e dai figli biancheria pulita e pasti caldi?

Sapremo come e’ possibile che il giudice ammazzasentenze contro la mafia, Corrado Carnevale, possa rientrare (ormai ottantenne) al vertice della Corte Suprema di Cassazione?

Scopriremo finalmente come e’ stato possibile per la mafia infiltrarsi ed inquinare un terzo dell’economia italiana?

Sapremo quello che Mani Pulite non ci ha detto sul marcio della nostra politica?

Capiremo finalmente perche’ un presidente di Regione puo’ festeggiare una condanna a cinque anni di reclusione e diventare immediatamente senatore?

E quante altre verita’ scopriremo? Rocco Chinnici, il generale Dalla Chiesa, la strage del 2 agosto, le stragi, le Brigate Rosse, i mille dubbi sull’operato degli apparati dello stato in sessant’anni di vita della repubblica…

E se davvero esistesse un archivio contenente le risposte a tutto cio’?

Magari. Magari avesse ragione Berlusconi.

Annunci