L’ennesimo caso.

Dopo i casi di Niero e di tanti altri arriva quello di Delfino.

Da corriere.it:

===

Ha potuto usufruire della riduzione di pena per il rito abbreviato
Luca Delfino condannato a 16 anni
più 5 in ospedale psichiatico
Per l’omicidio volontario premeditato dell’ex fidanzata Maria Antonietta Multari

SANREMO – Luca Delfino è stato condannato a 16 anni e otto mesi di carcere, più altri 5 anni di ricovero in una struttura psichiatrica. Delfino è stato riconosciuto colpevole dell’omicidio volontario premeditato dell’ex fidanzata Maria Antonietta Multari, massacrata per strada a Sanremo il 10 agosto 2007 con decine di coltellate. I giudici hanno accolto la tesi dell’accusa, ma hanno riconosciuto la semi infermità mentale dell’imputato che, nel conteggio degli anni di condanna, ha bilanciato di fatto l’aggravante della premeditazione. Il pm aveva chiesto l’ergastolo.

RITO ABBREVIATO – Delfino ha potuto usufruire della riduzione di pena per il rito abbreviato. Alla lettura della sentenza la madre della vittima, Rosa Tripodi, è svenuta in aula e quando si è ripresa ha continuato a ripetere «l’avete ammazzata due volte». Poi ha chiesto di essere accompagnata in ospedale per accertamenti. Il padre di Maria Antonietta, in lacrime, ha commentato «bisogna farsi giustizia da soli».

09 gennaio 2009

===

Un altro esempio che mostra come il rito abbreviato costituisca un insensato “regalo” ai criminali.

Annunci

5 Responses to L’ennesimo caso.

  1. donatellarighi ha detto:

    Ok, altra cosa vergognosa.
    A quando un post sulla vergogna di Gaza?

  2. sandrozagatti ha detto:

    Sui fatti del medioriente lascio parlare chi sa e conosce più di me. Ho sentito parole di grande saggezza da parte di Moni Ovadia, per esempio.

    Personalmente non mi sento di poter contribuire con qualcosa di più intelligente di quello che dicono altri. Sono troppi anni che vediamo susseguirsi annunci di accordi di pace e massacri; cosa che mi fa ritenere che il problema, per come si pone al momento, non ha soluzione.

    Di certo pesa sulla questione palestinese la cattiva coscienza dell’Europa (e dell’occidente in generale) che a suo tempo rimosse il sottoprodotto della Shoah favorendo la nascita di Israele. Ma detto questo, che fare?

  3. maria ha detto:

    Trovo che la cattiva coscienza abbia diversi pesi, ma talvolta anche no.
    Gli sforzi dell’intera società civile sono mirati all’alleggerimento dei pesi.
    Si dirotta l’opinione pubblica sulla inevitabile soluzione del giustizialismo “fai da te” e sulle responsabilità del “terrorismo”.

  4. sandrozagatti ha detto:

    D’accordo. D’altro canto, però, quando ahmadinejad dice che Israele deve essere cancellata dalla carta geografica, credo che dica quello che la totalità dei governi della zona pensa. Governi senza i quali, peraltro, Hamas (ora e Al Fatah prima) non esisterebbe. E allora come ne usciamo? Di certo non basta ripetere l’ipocrita ritornello dei due popoli-due stati, raffugurandolo pure con la (falsa lontano un miglio) foto dei due ragazzetti abbracciati. Ripeto, io non so darmi risposte, temo di dire solo scemenze.

  5. Alessandra D. ha detto:

    La condanna data a delfino e’ unacosa vergognosa.
    Ma mi fariflettere una cosa, ci sono stati molti casi di omicidio tipo Cogne ecc. e come’ possibile che la pena inflitta sia sempre di 16 anni. E’ sempre di 16 anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: