Albergo a ore.

Albergo a ore

H. Pagani

lo lavoro al bar
d’un albergo a ore
porto su il caffè
a chi fa l’amore.
Vanno su e giù
coppie tutte eguali,
non le vedo più
manco con gli occhiali…
Ma sono rimasto là come un cretino
vedendo quei due arrivare un mattino:
puliti, educati, sembravano finti
sembravano proprio due santi dipinti !
M’ han chiesto una stanza
gli ho fatto vedere
la meno schifosa,
la numero tre !
E ho messo nel letto i lenzuoli più nuovi
poi, come San Pietro,
gli ho dato le chiavi
gli ho dato le chiavi di quel paradiso
e ho chiuso la stanza, sul loro sorriso !
lo lavoro al bar
di un albergo a ore
porto su il caffè a chi fa l’amore.
Vanno su e giù
coppie tutte eguali
non le vedo più
manco con gli occhiali !
Ma sono rimasto là come un cretino
aprendo la porta
in quel grigio mattino,
se n’erano andati,
in silenzio perfetto,
lasciando soltanto i due corpi nel letto .
Lo so, che non c’entro, però non è giusto,
morire a vent’anni e poi, proprio qui !
Me Ii hanno incartati nei bianchi lenzuoli
e l’ultimo viaggio l’ han fatto da soli:
né fiori né gente, soltanto un furgone,
ma là dove stanno, staranno benone !
lo lavoro al bar
d’un albergo ad ore
portò su il caffè
a chi fa l’amore…
lo sarò un cretino
ma chissà perché
non mi va di dare a nessuno
la chiave del tre !

3 Responses to Albergo a ore.

  1. baotzebao ha detto:

    Milano, piazza Diaz, primavera del 1970. Domani c’è il derby. Sono con mio papà, lui quando va a Milano passa sempre dai suoi mandatari, palazzone in Piazza Diaz, appunto. Io vado a farmi un frullato da Viel ( il primo, poi il franchising trasformò tutto ), poco via di là, direzione piazza duomo. Dentro c’è un tipo enorme ( va bene, io sono piccolo di statura, ma quello era davvero alto e grosso. Ha la barba, una faccia aperta e bella. Io, che ascoltavo di notte Radio Luxembourg 208 in onde corte, e di giorno Radio Montecarlo, ancora sulle medie, prima della rivoluzione FM, lo riconosco alla voce. erbèrt paganì… Autografo ? No, ma commento sul pezzo degli Osanna ( e chi lo sapeva che lì c’era Ivano Fossati ? ) e invito, ” vieni a trovarmi quando vuoi”…

    Fine prima puntata. Il resto è Durazzo…

    Grazie

  2. sandrozagatti ha detto:

    Grazie a te.

  3. maria ha detto:

    Non commento per non rovinare. Grazie Sandro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: