Ci risiamo.

L’emendamento salvamanager, già inserito nel decreto Alitalia e poi ritirato dopo la denuncia di Milena Gabanelli e la tartufesca sconfessione di Tremonti, pare sia stato ripresentato tale e quale. Ne dà notizia repubblica.it



ROMA – L’opposizione lancia l’allarme: la norma salva manager sparita dal decreto Alitalia, dopo le prese di distanza del ministro Tremonti, torna in modo ancora più deflagrante in un altro provvedimento, questa volta presentato alla Camera – sottolineano – dallo stesso governo.

Per questo motivo alcuni senatori – Idv, Udc e Pd – chiedono, con una mozione, presentata oggi a Palazzo Madama, al ministro dell’economia Tremonti di riferire urgentemente in Parlamento. Il disegno di legge in questione è il ddl di “Delega al governo per il riordino della legislazione in materia di gestione delle crisi aziendali”. Secondo i senatori dell’opposizione si prevede due ipotesi di equiparazione della dichiarazione di insolvenza a quella di fallimento: la prima riguarda la punibilità delle condotte indebite o ingiustificate tenute nel corso della procedura e le limita all’ipotesi di conversione dell’amministrazione straordinaria in fallimento, (nel corso o al termine della procedura stessa). La seconda scatta nel caso in cui si riscontri “la falsità dei presupposti per l’ammissione alla procedura”, che sono la presenza di non meno di 200 dipendenti e l’ammontare dei debiti non inferiore ai due terzi dei ricavi.

Il disegno di legge governativo è stato presentato alla Camera dei deputati il 2 ottobre scorso, “proprio lo stesso identico giorno dell’approvazione, nell’altro ramo del Parlamento, del cosiddetto ‘emendamento salva-manager’ presentato dai Senatori Cicolani e Paravia” si legge nella mozione, che aggiunge: esso propone “sostanzialmente lo stesso contenuto normativo e precettivo” di quell’emendamento, “con un effetto addirittura più ampio e ancor più devastante”, rispetto a ciò “che aveva fatto gridare allo sdegno l’intero governo”.

“Adesso – ha detto il senatore dell’Idv Luigi Li Gotti – ci aspettiamo solo che il ministro Tremonti, come promesso, si dimetta”.

3 Responses to Ci risiamo.

  1. maria ha detto:

    Non capisco le conclusioni del senatore Li Giotti: perchè Tremonti dovrebbe dimettersi?, perchè lo ha promesso?, perchè è un uomo d’onore?, perchè l’intero governo ha gridato il suo sdegno?
    Aspettiamo…però qua ci rimane solo la Gabanelli a cercare di salvarci il c…

  2. sandrozagatti ha detto:

    Tremonti disse: “o va il decreto o vado via io”.. Boh, stiamo a vedere.

  3. Alessandra D. ha detto:

    La soluzione ideale sarebbe se andassero via… entrambi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: