Abolire il rito abbreviato/3.

Oggi il blog e’ preso d’assalto dai lettori che cercano sui motori di ricerca informazioni sul rito abbreviato. Immagino che sia dovuto all’esito dell’udienza preliminare al Tribunale di Perugia nel caso Kercher. Uno degli imputati e’ stato condannato con rito abbreviato, per gli altri due ci sara’ processo con rito ordinario.

Ai miei occhi tale esito conferma l’assurdita’ del rito abbreviato che, in questo caso specifico, evidenzia una delle sue tante storture. Infatti l’aggettivo “abbreviato” e’ fuorviante, laddove lascia intendere che per l’imputato condannato il processo sia finito. Non e’ cosi’, perche’ egli puo’ ora ricorrere in appello, e lo fara’ sapendo che la pena non potra’ comunque eccedere i trent’anni inflitti in primo grado. E nel processo di appello (come e’ capitato per esempio per il processo Franzoni) potra’ richiedere l’acquisizione di nuove prove, l’espletamento di nuove perizie e cosi’ via: un nuovo processo in tutti i sensi. Si potrebbe quindi verificare (anzi, si verifichera’) il seguente fenomeno: mentre in un’aula al pianterreno (per capirci) la Corte d’Assise di primo grado processera’ gli altri imputati con rito ordinario, la Corte d’Assise d’Appello (al piano superiore) processera’ l’imputato gia’ condannato per gli stessi fatti. Avremo quindi due processi separati, sugli stessi fatti, ma con giudici diversi, giurati popolari diversi, periti diversi. Gli imputati del pianterreno potrebbero essere citati come testimoni nel processo del primo piano e viceversa. I periti della Corte d’Assise potrebbero arrivare a conclusioni diverse da quelle dei periti della Corte d’Assise d’Appello. E, a convenienza delle difese, le prove di due processi separati potrebbero essere acquisiti in modo incrociato, solo per fare confusione. Il principio del “pro reo” lo rende possibile. E se le sentenze dovessero giungere ad esiti contrastanti? Potrebbe accadere che un imputato risulti colpevole nel processo a suo carico e scagionato nell’altro. Oppure una Corte potrebbe acquisire una prova giudicata inammissibile dall’altra. Non solo: la sentenza della Corte d’Assise di primo grado sara’ a sua volta impugnata innanzi a nuova e diversa Corte d’Assise d’Appello chiamata a pronunciarsi nuovamente sempre sulle stesse cose. Tutto cio’ al netto di eventuali e successive impugnazioni in Cassazione che potrebbero disporre la ripetizione del processo in altra sede, in tutti e due i casi o solo per uno di essi.

Insomma, un caos totale.

Vi sembra una cosa logica? Accettabile?

A me no.

3 Responses to Abolire il rito abbreviato/3.

  1. Alessandra D. ha detto:

    Nemmeno a me. Il rito abbreviato andrebbe abolito. E’ ridicolo, per un reate grave come l’omicidio si parte da una pena massima di 30 anni di reclusione per arrivare ai “ormai famosi o famigerati) 16 anni di pena.
    Strana coincidenza ma, con il rito abbreviato dal piu’ efferato al piu’ banale reato di omicidio, viene data dai giudici sempre la medesima pena di anni 16 di reclusione. Che con sconti di pena vari si riducono sempre a 10 anni di detenzione.
    Quindi, se io commetto un omicidio sono sicura che dovro’ scontare solo 10 anni in carcere poi saro’ libera.

  2. Alessandra D. ha detto:

    Dopo quanto ho scritto in precedenza se commetto un omicidio rischio l’aggravante della premeditazione….eh eh

  3. antonio ha detto:

    il rito abbreviato serve anche per le persone innocenti e vi posso assicurare che ve ne sono molte, che sperano di sbrigarsi subito a fare il processo in modo da ristabilizzare la propria vita, in quanto essere non vi è niente di più abominevole essere accusati innocentemente di un reato. Voi dovete pensare che chi è accusato specie se ingiustamente, subisce un calvario che coinvolge tutte le persone che lo attorniano con una fonte di stress inimmaginabile, e pensate che le forze dell’ordine si accaniscono di più con queste persone specialmente se incensurate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: