Benvenuto tra noi.

“LA DESTRA sta rovinando economicamente, politicamente e moralmente l’Italia”. Ed è anche responsabile di un vero e proprio “genocidio dei valori”, di “un deserto storico e culturale”, della deriva di una società “egoista e spietata” in cui “tutto è indistinto e tutto è lecito”. Di una pratica di governo che oscilla “tra annunci roboanti e misure ferree”, senza mai risolvere i problemi. In cui “la protezione, o presunta tale, è al di sopra di ogni cosa, anche di libertà e diritti civili: anche così può cominciare l’autunno della democrazia e della libertà”. Specie in un Paese “che rischia di perdere anche la memoria”, in cui vengono messi sullo stesso piano “i veri difensori d’Italia e coloro che scegliendo Salò e la Germania nazista avrebbero finito per distruggerla completamente”.

Sono le parole di Veltroni agli allievi della scuola di partito riportate da Repubblica.

Beh, “benvenuto tra noi”, mi verrebbe da dire, visto che sono cose che ben sappiamo da tempo, da quando abbiamo capito (e siamo in tanti) su cosa si fonda il potere dell’attuale maggioranza di governo. Mi domando quindi dove fosse Veltroni negli ultimi anni, visto che fino a qualche mese fa la sua preoccupazione era il “dialogo con Berlusconi”. Ma alla scuola di politica del pd allora cosa insegnano? “Dialogo con la maggioranza” o “contrapposzione ideologica e strumentale”? Non vorrei che i giovani futuri dirigenti del pd crescessero con le idee confuse.

16 Responses to Benvenuto tra noi.

  1. maria ha detto:

    Caro Walter, il tuo discorso mi ha fatto piangere.
    Ho immaginato di essere una giovane là presente e mi sono detta: ma allora io prima non avevo capito niente della grandezza d’animo che si cela sotto l’immagine della disponibilità e della mano tesa verso il popolo delle libertà.
    Caro Walter ti sei fatto cagare in testa, ti sei fatto infinocchiare come un grullo, hai gentilmente porto l’altra guancia, e non ci hai guadagnato niente.
    Mi rendo conto che sei noioso, indeciso, convenzionale, fai venire noia e ci vuole ben altro per interessare ormai gli italiani.
    Meno male che sul fascismo e l’antifascismo hai detto quello che pensi, ma non preoccuparti verrai smentito da qualcuno dei tuoi.
    Oramai la tolleranza zero è una prerogativa di chi governa, e quindi bisogna che tu trovi un’altra formula, perchè questa te la sei lasciata scappare.
    Non sei un cattivo maestro, sei un maestro inutile…un’allieva pensierosa

  2. Lila ha detto:

    Uhmm …
    E così Veltroni avrebbe ottenuto niente, pur essendo il segretario di un partito, che pur diviso all’interno in maniera imbarazzante, è comunque il più grande partito di opposizione.
    Avrebbero fatto bene, quindi, quelli che non facendosi cagare in testa hanno contribuito a far cadere il governo di cui facevano parte e che sono spariti dal parlamento? Vediamo poi che quegli stessi stanno tenacemente e decisamente perseguendo il loro fine, eleggendo al congresso Ferrero, che è quello dell’autodistruzione.
    Non penso inoltre che l’insultare coloro che hanno votato Berlusconi sia giusto e dignitoso … a me sembra che ci si metta al suo livello quando disse che coloro che avrebbero votato per Prodi erano solo i coglioni.
    Se la destra ha vinto è perché la gente è stufa di vedere lo squallore di un governo che ogni giorno potrebbe cadere, diviso su tutto, pronto a scendere in piazza contro sé stesso, etc etc, cose già dette.
    Fino adesso, a mio parere, il PD doveva stare un po’ a guardare, tanto per cominciare per assestarsi all’interno e poi per lasciare che il governo si cuocia in silenzio nel suo brodo. Mettersi subito a strillare e a protestare per ogni cosa, avrebbe spinto la gente a dire: ” Ma ancora Parlano?! Meglio che li abbiamo mandati via! ”
    E’ un lavoro che fa già egregiamente Di Pietro, ma peccato che lui non sia un trascina popolo e io non faccio follie per lui e non sono l’unica.
    Lasciamo che questo governo incominci a fare incazzare davvero la gente, perchè mi dispiace dirlo ma è un governo che, al momento, riscuote davvero consensi, molti consensi.
    Poi si sa, in autunno le cose cambiano sempre ….

  3. sandrozagatti ha detto:

    Lila, questo argomento montanelliano non convince più. Il secondo governo Berlusconi (2001-2006) è stato disastroso, la gente si è impoverita, tutto è andato peggiorando mentre il parlamento si occupava solo di leggi pro-premier. Ma questo non gli ha impedito di pareggiare le elezioni del 2006 e di stravincere quelle del 2008, perchè riesce a far credere agli italiani quello che vuole.

    Il punto non è sbraitare contro la destra; mi accontenterei di non sentire più discorsi di dialogo con questi qua. Con gente che insulta chiunque non gli obbedisca, che specie di dialogo si può avere? Ma Valterino, immemore di quello che è successo negli ultimi 15 anni (la pernacchia a D’Alema sulla bicamerale la vogliamo ricordare?), si è solo preoccupato di scaricare Prodi e di tendere la mano a Berlusconi, invitandolo (parole sue) a fare il PdL da contrapporre al PD. Silvio lo ha preso in parola, lo ha in…ato secco e adesso lo sbeffeggia allegramente. Anzi, non si degna nemmeno di farlo di persona: delega alla Gelmini (dico: la Gelmini!) di dire che Veltroni è patetico e finito.

    Con questa gente qua Veltroni pensava di dialogare; ma non facciamoci ridere. Se andiamo a rileggere le frasi di Occhetto dopo le elezioni del 1993 penso che ci troveremmo gli stessi concetti espressi da Valterino. Siamo fermi a quindici anni fa.

  4. maria ha detto:

    cara Lila,
    guarda che io sono una fondatrice del PD, per fede storica, anche se molto critica e incattivita dall’ambiente.
    E non ho contribuito a far cadere nessuno, mai stata un kamikaze: sono caduti da soli tutti quanti.
    La sinistra sinistra poi è riuscita a fare anche di peggio che cadere.
    Nessun effetto valanga. Non si sa proprio a chi dare la propria solidarietà.
    Quanto agli insulti contro chi ha votato Berlusconi, non li ho mai fatti, nè dallo sgabello nè dal podio, e non li trovo decorosi.
    Però mi sento infastidita dagli atteggiamenti moderati di quelli della mia parte, che ne fanno una questione di bon-ton…è loro che desidererei insultare.
    Quindi ti do perfettamente ragione: Valterino, Di Pietraccio e i loro dovevano stare zitti, non tendere mani e dialoghi, o peggio ancora dividersi nel metodo e nel merito.
    Infatti i disastri succedono lo stesso e la funzione parafulmine- boomerang preconfezionata per l’opposizione, non fa che irrobustire i disegni del Cavaliere. Lasciamo appunto che la gente si incazzi. ciao

  5. Lila ha detto:

    A sandro chiedo questo: se non vuoi avere dialogo con questa gente qua, che vuoi fare? La rivoluzione? Guarda che non ti segue nessuno.
    Berlusconi pareggiò le elezioni con Prodi, perchè dobbiamo riconoscergli una grande superiorità nel disporre della propria immagine, e poi si sa… promise di togliere l’ici all’ultimo minuto e comunque prodi era un uomo già “vecchio ” politicamente e purtroppo già troppo criticato anche dai suoi alleati che avevano manìe di protagonismo e che sentivano il bisogno di dire la loro (vedi Pecoraro Scanio) sempre e comunque anche su argomenti che non gli competevano.

    A maria dico che non credo che certi atteggiamenti siano assunti per questioni di bon ton, ma solo perchè a questo punto sono inevitabili.
    A meno che non vogliamo rifare le barricate in piazza, ma non credo che sia una cosa auspicabile.
    Opposizione dura in parlamento, sì … e con quali numeri?
    Raccogliere gente in piazza … tanto per citare Veltroni dico: si può fare…. Ma sì. Si farà.
    Gli italiani saranno anche un popolo che si fa imbambolare dalle tv di berlusconi, ma quando il portafoglio è vuoto e la pancia brontola….
    Io sono una precaria (termine orrendo, ma ormai va di moda) … quando sarà il momento di scioperare per i tagli nella scuola non lo farò, e sapete perché? Perchè probabilmente non avrò il contratto. E anche se lo avessi, non lo farò.
    Vorrei solo andare alla manifestazione indetta dagli ex ministri del governo Prodi contro il precariato …
    peccato che non verrà più indetta.
    La grande stagione del manifestiamo sempre e comunque è finita, ora hanno perso la verve!
    Alla fine mi piacerebbe sapere che cosa dovrebbe in concreto fare, secondo voi, il PD.

  6. sandrozagatti ha detto:

    Cosa dovrebbe fare faccio fatica a pianificarlo. So però cosa non doveva fare, ovvero distruggere il lavoro di Prodi, cancellando l’Unione, sconfessandone implicitamente l’azione di governo (con una campagna elettorale basata sulla presa di distanza dal suo predecessore) senza elaborare una strategia alternativa. Perchè il PD è andato alle elezioni senza una sola idea che fosse una, se non quella che le alleanze precedenti erano finite. Un po’ poco per farsi votare.

    Secondariamente non doveva tendere la mano a Berlusconi, rivitalizzandolo in un momento per lui difficile. La CdL non era affatto in salute, ma Veltroni, neoeletto, si preoccupò solamente di intessere il dialogo con Berlusconi sulla legge elettorale, nell’illusione che questi avrebbe accettato il confronto. Sarebbe stato molto più saggio raccogliere in parlamento il consenso su una riforma minimale che reintroducesse le preferenze, mettendolo in crisi. Osservo infatti che l’attuale sistema delle liste bloccate giova maggiormente a lui, poichè gli consente di piazzare in parlamento i suoi avvocati ed una serie di yesmen e yeswomen che, altrimenti, non so se raccoglierebbero consenso.

    Veltroni ha fatto una campagna elettorale “senza memoria”, immemore di tutto quello che di sbagliato ed oscuro vi è nella storia di Berlusconi. Una scelta per me incomprensibile, visto che ha consentito al suo avversario di presentarsi ancora una volta come una vergine della politica che ripulisce il paese dalla malapolitica (ovviamente di prodi e dei comunisti). Giuro che non capisco il senso di questi regali. Non lo capisco.

    Veltroni ha fatto di tutto per accreditarsi agli occhi del suo avversario, dando l’mpressione di essere la prima vittima della propaganda della stampa e delle televisioni di destra. Il frutto di questo sforzo è stato lo svillaneggiamento, la derisione, l’accusa di aver portato Roma alla bancarotta ed altre amenità, quali gli insulti della Gelmini. Se Veltroni si diverte a farsi camminare sui coglioni da Silvio e dalla sua corte di quote rosa coi tacchi a spillo, gli ricordo che pretende di rappresentare milioni di persone che non hanno lo stesso perverso desiderio.

    Le critiche che muove oggi andavano gridate con forza anche prima, ed era necessario uno sforzo per raccogliere le forze ostili alla destra. Che forse ci sono ancora ma non sanno attorno a cosa raccogliersi. E poi non c’è nulla da fare: la sinistra ha bisogno di alleati, da sola non ce la può fare. La scelta dell’andare da soli è stata, per citare D’Alema una gran cazzata. Pardonnez mon francais.

    Sono d’accordo che la sinistra-sinistra ha fatto di tutto e di più per farsi detestare, ma Diliberto ed un filibustiere (per usare un eufemismo) come Silvio, preferisco ancora il primo. Dico purtroppo, ma a questo ci siamo ridotti.

  7. sandrozagatti ha detto:

    E comunque, per tornare a quello che il pd dovrebbe fare, basta scorrere le ultime puntate di blunotte (tanto per fare un esempio) per individuare un obiettivo: salvare l’Italia dall’associazione a delinquere che la sta rapinando e spolpando. E bisognerebbe fare un progetto politico coerente con questo obiettivo e renderlo pubblico, possibilmente in maniera convincente.

  8. Lila ha detto:

    Scusa ma…. cosa c’era di grande, bello e luminoso nell’Unione? Dove è il grande errore di Veltroni ? L’unione sembrava una grande idea all’inizio, certo ci credevamo tutti, Prodi compreso. Ma come è stato facile ricredersi! Intanto ha vinto per una manciata di voti, già questo è un fallimento. E poi vediamo…. Di tutte le liberalizzazioni che voleva fare Bersani, abbiamo visto ben poco e tanto per citarne un’altra, non si sarebbero dovuto tassare i suv o fare i pacs?
    E’ bastato il no di qualcuno e non se ne è fatto nulla… o sbaglio?
    L’aver messo insieme Dini, Mastella, Diliberto, Ferrero, Rutelli, Bersani, Fassino … ma ve ne rendete conto?! Era davvero un’accozzaglia, che faceva acqua in politica estera, interna, economica…
    Grande merito a Prodi, per aver accettato OGNI GIORNO ricatti, ultimatum, condizioni e compromessi. (io lo farei santo subito)
    Se fossero tornati alle elezioni di nuovo uniti io non sarei andata a votare e tanta gente, tanta gente che conosco avrebbe fatto altrettanto. Parlo di gente che sposta voti, se non si andava noi a votare l’Italia oggi non aveva opposizione.
    Noi ci abbiamo creduto nel PD (la gente qui piangeva, per la fine dei DS), abbiamo creduto in veltroni e siamo stufi di spararci da soli addosso.
    La sinistra ha sempre criticato sé stessa! Guardiamoci indietro: Tanto per cominciare: Berlinguer! E poi abbiamo attaccato Natta e Occhetto, e D’alema (dico io, come si fa) e adesso Veltroni.
    Bene, continuiamo a farci del male. Noi siamo sempre tutti più bravi di loro.
    Non dimentichiamo che siamo andati alle elezioni con i quintali di monnezza della Campania, e anche se so che non tutta la colpa era del sindaco di napoli o di Bassolino, qualche mal di pancia l’ho avuto anche io.
    L’aver teso la mano a Berlusconi in quel momento serviva per neutralizzare Casini che stava lavorando per rifare il grande centro. Ci ha pensato poi Berlusconi a metterlo fuori dai giochi. (e meno male… oppure adesso facciamo finta che ci è simpatico ?!)
    Ma non dimentichiamoci per favore che il PD ha avuto un grande consenso popolare e che sommando i voti dei DS e Margherita non si sarebbe avuto tanto.
    Ha fatto bene il PD ad andare da solo.
    Quasi nessuno sente la mancanza di Rifondazione Comunista (che qui raggiungeva valori astronomici), dei Comunisti Italiani e dei Verdi. (ho dei dubbi che la sentano i loro elettori visto che molti hanno votato il pd)
    Il pd deve sì guardare a sinistra, sforzarsi di raccogliere quei consensi e quei voti, ma per carità gli estremisti lasciamoli a Ferrero.
    Ci vuole tempo per fare questo, e penso che una mano ce la darà anche berlusconi con le stupide scelte del suo governo, confido che gli italiani se ne accorgeranno.

  9. sandrozagatti ha detto:

    Abbandoniamo l’Unione, va bene, ma serviva un progetto alternativo, o almeno un barlume. Non basta dire “andiamo da soli” che “possiamo vincere” quando chiunque capiva che era una sbruffonata. E poi una cosa e’ scaricare RC, altra e’ andare del tutto da soli. Ed anche cosi’, visto che l’idea era comunque di perdere, Veltroni ha concesso un vantaggio enorme a chi ne aveva bisogno, col risultato che adesso questi governano con una maggiornaza larghissima che consente loro di fare qualsiasi cosa.

    C’erano alternative? Non lo so, dovrei essere stato la’ per saperlo. Ma di sicuro nessuno le ha cercate.

    L’Unione aveva molte divisioni, ma venivano sempre ricomposte. La propaganda di destra pero’ e’ riuscita a esaltarle ogltre ogni misura, col risultato che tutti (Veltroni per primo!) si sono convinti che “la sinistra non puo’ governare”. In realta’ la destra non e’ meno divisa della sinistra (vogliamo parlare di Giovanardi e Capezzone compagni di partito) ma siccome in Italia vale non la realta’ ma la rappresentazione che ne offrono i media di Berlusconi, siamo tutti vittima di questa massima: “la sinistra e’ divisa e la destra no; quindi solo berlusconi puo’ governare”. Massima prodotta e ripetuta alla noia (fin dal giorno delle elezioni del 2006) per convincere gli elettori di sinistra a non ripetere il voto. Ed il piano e’ riuscito talmente bene che a risultarne convinto e’ stato proprio Veltroni.

    La Campania era sommersa dai rifiuti, ma Veltroni, tanto celere a scaricare gli alleati, non si e’ preoccupato di chiedere a Bassolino di dimettersi. Ne’ si e’ peritato di fare un sondaggino per capire se Rutelli sarebbe stato o no un buon candidato a sindaco di Roma, o la Finocchiaro a presidente della Sicilia. Fermo restando che candidare alla presidenza di una regione una persona contemporaneamente candidata al senato (in Emilia Romagna!) garantendole apertis verbis la certezza della poltrona di capogruuppo mi pare lievemente offensivo verso gli elettori. Ma lievemente eh.. Evidentemente Walter ha il polso fermo solo a tratti.

  10. sandrozagatti ha detto:

    PS. Premesso che il PD l’ho votato, non condivido l’idea che sia autolesionistico criticare i vertici. Anzi, mi pare che fino ad ora si sia tatai fin troppo indulgenti. Viviamo in un contesto nel quale sembra che lo strapotere di berlusconi sia storicamente ineluttabile ed il confinamento della sinistra sotto il 30% sia un fatto inevitabile. Io non ci credo tanto. A mio avviso questa situazione e’ figlia anche dell’inadeguatezza di una classe dirigente che, ad onta di sconfitte a ripetizione, si e’ sempre autoassolta da ogni colpa rimanendo immutabilmente al proprio posto. Esemplare la sottovalutazione del disastro siciliano (12,5%!!) alle ultime amministrative. Continuando cosi’ si puo’ solo peggiorare. Come ho scritto in altro post la sinistra ha uomini e idee, ma omette di valorizzarle; ma per farlo bisognerebbe togliere la sedia a qualche big, e, a quanto pare, non si puo’.

  11. maria ha detto:

    Avete visto che appena compare D’Alema in TV, il Cavaliere vola nei sondaggi?

  12. Lila ha detto:

    Il Cavaliere vola sempre e comunque nei sondaggi … durante la campagna elettorali delle ultime elezioni politiche D’Alema non si è mai visto, eppure la destra ha vinto.
    Ah, giusto … ora che ci penso: compariva Veltroni.
    Vuoi vedere che se Berlusconi vola nei sondaggi (e vince) il merito è solo dei vertici dei DS/PD ?
    Dobbiamo chiedere a Massimo se per caso non lo fa apposta….

    La destra è divisa, è vero. A volte mi illudo anche che questo governo potrebbe avere una vita breve. (dura poco, vabbè)
    ho notato anche una cosa che la sinistra, cioè che le persone di sinistra dovrebbero imparare da loro.
    Quando a gennaio i rapporti tra AN e Forza Italia erano tesi (si insultavano alla grande nelle loro manifestazioni) quando Fini veniva sbeffeggiato sulle reti mediaset, quando Casini litigava apertamente con berlusconi, che ha fatto l’Unione? Ha fatto cadere il governo! Questo sì che è tempismo.
    Dovremmo averne nostalgia?
    Ma che ha fatto nel frattempo la destra? In questo sono geniali, dovremmo imparare da loro: Si è ricompattata, si sa che i panni sporchi si lavano in famiglia, e non nelle piazze come fa la gente di sinistra che si insulta e ci prova pure gusto.
    La sinistra perde e perderà sempre perché si autocompiace di criticarsi, coloro che sono ai vertici sono sempre considerati inadeguati e vive di valori e di ideologie che non convincono più. I ragzzi di oggi sono molto più cinici e calcolatori dei loro genitori e non perché sono cattivi o perché diseducati dalle TV di berlusconi. E’ il mondo che è cambiato.
    Quando ci fu la famosa manifestazioni contro il precariato (governo Prodi) quelli più imbarazzati e seccati erano proprio i precari perchè pensavano : vuoi vedere che questi fanno casino e io ci rimetto pure questo posto di lavoro di merda?
    Il grande merito di veltroni è stato quello di riuscire, anche se in questo blog viene criticato continuamente, a parlare a molti giovani.
    Ha avuto coraggio, pur sapendo che era difficile vincere le elezioni dopo un governo che aveva dato l’idea (e non solo) di prendere dai cittadini e di non dare.
    Quando sono arrivati i frutti del governo, ad esempio il bonus fiscale sull’Unico2008 di 150 euro a persona, al governo c’era già silvio.
    Insomma quando era il momento di raccogliere consensi, il governo prodi non era più lì.
    Chiunque avrebbe perso le elezioni, come ci si può illudere che sia per colpa di veltroni?!
    La differenze è di come si perde, e lui di consenso ne ha preso tanto, o ce li siamo già scordati i numeri?
    Ma continuate pure a criticarlo aspramente, così berlusconi può cavalcare anche quest’onda preparata ad arte…. Potrà dire: veltroni non accontenta la gente di sinistra, non accontenta chiaramente la gente di destra, è inesistente (lo ha detto oggi), fatelo fuori.
    Facciamolo fuori, allora.
    E chi mettiamo? Vogliamo rifare le primarie?!
    Andrà tutto a puttante, se salta Veltroni. (non vedo tutto questo grande accordo tra ds e margherita, alla faccia di an e forza italia che senza tante storie hanno fatto un partito unico e vanno d’accordissimo).
    Questo dovrebbe essere il momento di restare vicino al nostro leader, proprio perchè è in una fase critica di assestamento, e se si devono trovare strategie e muovere critiche, deve restare una cosa interna al partito.
    Comunque, la mia è solo una opinione come tante…

  13. sandrozagatti ha detto:

    Lila, scusa, ma una delle critiche che si fa a Veltroni è proprio quella di aver preso le distanze dal governo prodi, di non averne rivendicato i meriti, di averlo implicitamente sconfessato. Anzichè puntare sulla divisione della destra, con Fini che sputava addosso a Berlusconi, Veltroni è corso incontro al cavaliere, rivitalizzandolo con la proposta di dialogo sulla legge elettorale. E’ stato lui il primo a criticare i vertici della sinistra, sgambettando Prodi. Il quale, infatti, non ne vuole più sapere del PD (fintanto che lo guida Veltroni, par di capire). Con questo mi limito a prendere atto. Ma l’accusa che fai al blog va girata proprio a Veltroni.

  14. Lila ha detto:

    E’ vero che Veltroni ha proposto a Berlusconi un dialogo sulla legge elettorale, che andava cambiata, non si può dire che sia una buona legge.
    Ma se non a berlusconi, a chi lo doveva proporre?
    Lui è Forza Italia, il partito più forte.
    Non è stato Veltroni a rivitalizzare il cavaliere, è stato Fini, che ancora una volta ha avuto la grande, immensa e “ammirevole” capacità di calarsi le braghe e che quando sente aria di governo accetta qualsiasi cosa tanto da fare un partito unico in quattro e quatt’otto con Forza Italia.
    Non è stato Prodi ad essere sconfessato, ma la sua coalizione, sì è vero che Veltroni ne ha preso le distanze, e meno male. Perchè, tu Sandro ti senti di appoggiarla? La rifaresti davvero?
    Io penso che Veltroni nel PD ci ha messo la faccia, dopo aver ha vinto le primarie.
    Ha avuto il suo consenso (io mi aspettavo francamente di meno, forse tu ti illudevi che con un’altra strategia avrebbe potuto vincere le elezioni), adesso è lui il segretario di partito e quello che voglio dire è che quando si ha un segretario di partito è come quando si ha il capitano di una nave.
    E’ lui che sceglie la rotta, e con questo non voglio dire che non si possa all’interno di un partito avere opinioni divergenti, ma guardate come fa berlusconi: decide tutto lui e i suoi alleati tacciono (almeno così deve sembrare)
    Con questo dà l’idea di essere un uomo capace di prendere le sue decisioni e di governare, capace di cambiare il paese (e ahimé lo sta facendo) e la gente lo vota per questo. Con un simile atteggiamento si prenderà tutti i meriti e semmai ci sarà un fallimento sarà tutto il suo.
    (anche se convengo che berlusconi, caso unico, con il potere che hai sui media, sarebbe capace di scaricare, come ha sempre fatto, le colpe ai suoi alleati)

    Ma non può un leaeder essere sconfessato dai suoi sostenitori !
    Si finisce per indebolirlo e indebolire il partito.
    Guardiamo la caduta di prodi, essa è avvenuta per merito dei suoi alleati.
    E’ proprio vero il detto: dagli amici mi guardi dio che dai nemici mi guardo io.
    Alla fine se le scelte di Veltroni saranno sbagliate, non lo si rivota, nessuno vi costringe a votarlo di nuovo, ci sono altri partiti che possono soddisfarvi, per fortuna.
    E la vostra opinione, così come la mia, resta una questione personale. Le critiche che fai, anzi che fate a Veltroni tutti insieme spalleggiandovi qui nel blog, sono le vostre e non tutti gli elettori del PD (che sono tanti, anche se tendete a dimenticarlo) la pensano come voi.
    Comunque nel blog resto io l’unica voce fuori dal coro… se venissi alle vostre cene forse movimenterei davvero la serata.
    Però io ero abituata a confronti violenti (al limite delle decenza) con gente spudoratamente di destra (tipo il mio ex capo, alleato ai clienti dello studio e ai loro amici, io da sola, orgogliosamente senza paura, contro 15 persone), e non contro i miei compagni di partito (a parte gli estremisti, ma con quelli non mi diverto per niente).

  15. sandrozagatti ha detto:

    Vedo che continuiamo a non capirci. La sconfessione (implicita) di Prodi da parte di Veltroni ha dato argomento alle voci di destra secondo le quali si trattava del “peggior governo d’europa” e del “peggior governo del dopoguerra”. In molti (prima di tutti d’alema e bersani) sostenevano che invece bisognava rivendicare i meriti di quel governo che, nonostante tutto, aveva affrontato con serietà diversi problemi. Altro argomento valido è stato quello di Sartori, secondo il quale una campagna immemore del passato di berlusconi lo ha favorito non poco. Veltroni, in campagna elettorale, nulla ha detto del passato governo della destra, nulla sulla giustizia e sulle leggi ad personam eccetera eccetera. Così Silvio ha potuto ripresentarsi come l'”uomo nuovo” contrapposto alla politica vecchia di “Prodi e della sinistra”

    Tutti regali gentilmente accettati.

    Coerentemente con questa linea smemorata, l’offerta di dialogo sulla legge elettorale è stata fatta a Berlsuconi senza ricordare l’evento della bicamerale che mostra come Berlusconi dialoga solo ed esclusivamente alle sue condizioni e e solo a proprio vantaggio. Ed infatti è andata come è andata. sarebbe stato più saggio tentare un miniriforma che reintrodicesse le preferenze che sono fumo negli occhi per il premier. Col voto di rpeferenza, infatti, gli sarebbe un po’ più difficile piazzare in parlamento i suoi avvocati, i suoi dipendenti, le sue concubine eccetera eccetera. Invece, alla fine, ha avuto quello che voleva, come sempre.

    Come dice giustamente Travaglio, con il dialogo Berlusconi vince, con lo scontro perde.

    Quanto alle accuse che muovi al blog, le trovo un po’ offensive. Qui nessuno si spalleggia, tutti scrivono quello che meglio credono. E quello che dico qui lo scrissi anche, a suo tempo, su altri blog più esposti dove nessuno mi “spalleggiava”, anzi.

    E ti ricordo anche che io sono uno dei pochi che sui blog, di politca, si firma con nome e cognome. In chè, se mi permetti, è poco ma non pochissimo.

    Quanto all’unione non la rifarei ma non ha senso porre la domanda, perchè sono stati mastella, dini ed altri ad uscirne. E comunque il problema non si pone. Quello che serve è una strategia per contrastare questo regime insorgente (ed è a buon punto). E, sinceramente, la strategia di veltroni non mi è per niente chiara. Ammesso che esista.

  16. sandrozagatti ha detto:

    Dirò di più. Le critiche alla politicha del centrosinistra le scrivo da poco tempo ma ne avevo anche prima di Veltroni.

    Solo per fare un esempio, ritenevo e ritengo che sia stato un errore ricandidare prodi nel 2006. Aveva già governato e sappiamo come è andata.
    In generale (le esperienze degli altri paesi insegnano) chi è già stato premier non viene riproposto, a meno che non sia in carica. La figura di Prodi apparì logora, vecchia, compromessa ed insicura, anche perchè, nel senso comune (vero o no che fosse) era già stato sgambettato da d’alema e dai ds.

    Sarebbe stato, a mio avviso, più saggio puntare su una figura diversa, e secondo me un nome giusto poteva essere Mario Monti. Ma le esigenze di equilibri interni alla coalizioni imposero il professore.

    Continuo a credere anche ora che sia necessario (come pensano d’alema e bersani) che si debba puntare su una strategia di alleanze, coinvolgendo soggetti politici (partiti e single personalità) che possano attrarre voti di centro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: