Bene.

Se dio vuole agosto è finito e ci aspetta l’autunno caldo dell’anno XV dell’era di Silvio. Ho ben poco da aggiungere al servizio “citizen Berlusconi” postato nei giorni scorsi, quantunque molto ancora si potrebbe dire ma forse inutilmente. Le parole odierne di Monicelli sul ritorno del fascismo sotto altre vesti sono la sintesi migliore del pensiero degli italiani che non si sono ancora rassegnati e piegati al Pensiero Unico.

Si annunciano leggi sulle intercettazioni, riforma della Giustizia (aiuto!) ed amenità varie; tutta da vedere la partita Alitalia che mi pare niente affatto chiusa, viste le violazioni delle regole antitrust, i dubbi della commissione europea e l’ostilità dei sindacati. Di fatto si tratta di una procedura fallimentare cammuffata, che viola ogni regola, italiana ed europea, perfezionata in danno di molti ed a vantaggio di qualcuno. Il tutto è reso possibile dalla forza propagandistica della maggioranza che è in grado, grazie al volume assordante del megafono di cui dispone, di far apparire squisito cioccolato qualsiasi materiale di colore marrone. Per come hanno descritto il piano i giornali (cioè male) risulta evidente quantomeno il reato di bancarotta preferenziale. Ma nessuno dovrebbe stupirsi se questo governo fa strame delle leggi della repubblica, anche se si tratta di norme risalenti al ventennio, visto che la disciplina fallimentare risale al 1942.

Dato ormai per perso il partito democratico, il cui gruppo dirigente pare in totale spappolamento ed il cui segretario si limita a qualche ridicolo squittio, vedremo se da altri settori della società sapranno venire voci di dissenso. Sul blog, compatibilmente con il tempo che ho a disposizione, mi sforzerò di raccogliere le mie riflessioni.

Si potrebbe anche rinverdire la consuetudine delle cene del blog, in luoghi da stabilirsi. Chi ci sta?

Buona giornata a tutti.

Annunci

3 Responses to Bene.

  1. nancy ha detto:

    Ciao Sandro, bentrovato.
    vedrò con calma la berlusconi story che hai pubblicato.

    Le vacanze sono andate bene a parte, ahimè, 2 chiletti di troppo.
    Questa settimana dieta stretta, quindi. Poi posso pensare ad una pizza, cosa dici? cosa dite? decidete pure voi. Kisses

  2. donatellarighi ha detto:

    In questo desolante panorama hai dimenticato il baratro che si prospetta per la scuola pubblica italiana, in particolare quella elementare, che, pur col fiato grosso, riusciva ancora a mantenere un livello decoroso.
    Posso dire che me l’aspettavo, perché dopo aver sfoderato grembiuli, educazione civica e voto di condotta, orpelli di un’idea di scuola obsoleta e fondata su presupposti antipedagogici, il colpo successivo della signora Gelmini doveva essere più radicale e devastante. Il ritorno al maestro unico.
    E non mi sembra che ci sia stata una levata di scudi, come si suol dire, o manifestazioni di raccapriccio pubbliche. Tutto tace, come sempre e su qualunque argomento, da un po’ di tempo a questa parte, da quando l’Italia ha democraticamente scelto di andare verso un regime totalitario.

  3. sandrozagatti ha detto:

    Sul maestro unico non ho un’opinione, anche perchè nessuno mi ha mai spiegato la ragione del maestro multiplo. Che poi la Gelmini sia una capitata ta di lì per caso lo sappiamo, quindi non mi stupisco di nulla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: