Me lo aspettavo.

So che non è bello da dire, ma è così. Adesso non ho voglia di scriverne, aspetto di vedere i numeri (non le percentuali, i numeri). Trovo che Veltroni ed il gruppo dirigente del pd abbia sbagliato quasi tutto, ma è un’opinione che lascia il tempo che trova. Il punto è che è giunto a conclusione un processo iniziato anni ed anni fa.

Facendo un salto indietro con la memoria, all’Emilia Romagna ed alla città di Bologna (la città di Prodi, del Mulino, la culla dell’Ulivo) e faccio due conti, scopro che l’insieme delle culture politiche di riferimento di quello che pretende di essere il partito democratico non più di venti anni fa sommava oltre l’85% dei consensi. Nel corso degli anni quel patrimonio si è lentamente eroso, dissolto, fino a vedere prima Guazzaloca sindaco e poi Cofferati vincere con margine modesto nonostante un’amplissima coalizione. Trasferendo il fenomeno all’Italia, all’Italia che fu di Antonio Gava e di Remo Gaspari (tanto per fare due esempi), non poteva che finire così. Dite quello che volete, ma il risultato, per la sinistra è catastrofico.

Sento Giuliano Ferrara elogiare Veltroni ed incoraggiarlo a continuare così. E come no. Vai Walter, insisti. E forse un giorno Ferrara ti bacerà in fronte.

PS. E non capisco quelli che dicono che il pd è andato da solo. L’alleanza con i radicali e con Di Pietro cos’è?

Annunci

8 Responses to Me lo aspettavo.

  1. sandrozagatti ha detto:

    Martino raddoppia gli elogi a Veltroni: ha eliminato i comunisti, ha spazzato via i verdi ecocatastrofisti. Peccato che non abbia strangolato anche Di Pietro. Comunque ha fatto un ottimo lavoro liberandoci il parlamento da quelle opposizioni squittenti e fastidiose. Bravo Uolter.

  2. sandrozagatti ha detto:

    Finalmente qualcuno che ragiona. Pasquino spara a zero su Veltroni e sui ds che hanno sbagliato tutto. Il risultato è pessimo, la politica assente, le liste senza senso. In intere ragioni il pd è una forza marginale.

  3. Laura TS ha detto:

    cosa non è
    non è l’alleanza con la sinistra radicale

    una volta letto il tuo ragionamento
    che ha un suo perchè
    anche se non è da me condivido
    mi sorge però una domanda
    qual’era, a tuo parere, l’alternativa al progetto del partito democratico veltroniano?

  4. sandrozagatti ha detto:

    Veramente non ho fatto alcun ragionamento, solo una riflessione pure banale. Prendo atto che esiste un progetto veltroniano, i cui contorni, francamente, mi sfuggono. Cancellare la sinistra dal parlamento, ok, e poi?
    Detto che il fiasco viene da molto lontano, e quindi la resposnabilit’ non e’ certo solo di Veltroni, anzi, e’ sua in parte minoritaria, qualche “altenrativa” la vedevo: fare politica anziche’ comunicazione, scrivere un programma degno di tal nome e non un elenco di cretinate scopiazzate qua e la’, risparmiarci slogan e fanfaronate, fare liste elettorali e non l’album delle figurine. Ma soprattutto organizzare un coalizione (so che bestemmio) che avesse un senso. non capisco perche’ imbarcare solo di pietro e i radicali. Non so se sarebbe stato possibilie fare altro, bisogna essere a Roma e parlare con le persone, ma non ci ha nemmeno provato. Non dico certo di replicare quella precedente (anche perche’ dini e mastella si erano tirati fuori da soli) e certo non si poteva tenere tutta la sinistra come era. Ma intavolare una discussione seria secondo me si poteva e si doveva. Ma lavorare stanca, meglio andare in giro a dire scemenze con la Marianna.

    Invece ualterino ci e’ venuto solo a chiedere i voti perche’ “si puo’ fare” una fanfaronata a cui non ha creduto nessuno. Adesso mi fermo, di tempo per parlarne ne avremo.

  5. sandrozagatti ha detto:

    PS. E allora dica “andiamo senza la sinistra radicale”, non “andiamo da soli”.

  6. Laura TS ha detto:

    PS. E allora dica “andiamo senza la sinistra radicale”, non “andiamo da soli”.

    non suonava bene

  7. Laura TS ha detto:

    questo è quello che ho scritto a caldo

    Insomma secondo me l’obbiettivo è stato in parte raggiunto, abbiamo creato una grande forza riformista al governo, siamo il punto di riferimento dei progressisti in questo paese, ora dobbiamo lavorare da questo punto di partenza per aumentarne il numero…. cioè far diventare i progressisti maggioranza tra gli italiani.
    Cosa che adesso non c’è.
    I progressisti non sono maggioranza nel paese.
    Il paese ha paura, non coraggio.

    Se poi per ottenere questo abbiamo (contro ogni previsione) praticamente ucciso la sa…. lo ammetto.. in fondo non penso sia un male.
    O perlomeno… forse è un male necessario.
    La nostra vera sfida, la vera sfida del PD era riformare il centrosinistra, fare di un accozzaglia una vera forza di governo.
    Vincere Berlusconi, la paura e l’amore per la conservazione sarà un po’ più dura ma senza questa prerogativa sarebbe stato impossibile.
    ___________________

    aggiungo

    paghiamo la mancanza di concretezza degli ultimi due anni
    è già la seconda colta che non riusciamo ad essere responsabili quando riusciamo a governare

    secondo me adesso le premesse per essere una grande forza responsabile ci sono
    prima no

    è vero… sono anch’io esterefatta per il risultato di sa
    ma secondo me pagano il troppo personalismo
    la battaglia contro il pd
    e l’incapacità di scegliere tra governo e lotta
    pagando così il prezzo su entrambi i fronti

    ciao
    laura

  8. sandrozagatti ha detto:

    Si sono pagati anni ed anni di errori, nei quali ci si e’ solo preoccupati di copiare Berlusconi, rinunciando a fare politica, ad analizzare la societa’, a proporre soluzioni. L’unica idea che hanno in mente questi qua e’, appunto, trovare slogan che “suonano bene”. Peccato che a suonarle (in altro senso) sono gli altri.

    L’analisi sul paese che ha paura e non coraggio e’ un’astrazione basata sul niente, tutto quel che dici sul pd e’ pura fantasia. Invece di gloriarti per la nascita della grande forza riformatrice comincia a chiederti se non ci sara’ il pericolo di una scissione fra ex ds ed ex margherita.

    Poi magari mi spieghi cosa significa esattamente “progressisti” cosi capisco perche’ e’ importante che diventino maggioranza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: