Italia solidale.

Il parlamento, con applauso bipartisan, esprime solidarietà all’indagato Clemente Mastella. L’UDC, compatta, si schiera con il presidente della regione Sicilia Cuffaro, condannato a cinque anni di reclusione. Il centrodestra si stringe attorno al leader Berlusconi, raggiunto dal milionesimo avviso di garanzia.

Certo che metodo migliore per farsi degli amici non lo conosco. Quasi quasi mi stampo un avviso di garanzia farlocco indirizzato a me stesso e lo rendo pubblico.

Annunci

7 Responses to Italia solidale.

  1. Roberta ha detto:

    Caro Sandro, dimentichi una cosa fondamentale: il ricatto!!
    Mastella ricatta la maggioranza: se non mi sostenete il governo cade.
    Mozione Pecoraro Scanio ai voti martedi.
    Berlusconi ricatta la maggioranza: volete la legge elettorale?
    Niente Gentiloni!
    Comunque non parliamo male di Cuffaro, in fin dei conti ha solo aiutato la mafia… mica ne fa parte! Cosa sono per un presidente di regione (in carica) cinque anni di pena?
    Non lo ha nemmeno sfiorato il pensiero di dimattersi, mica lo hanno condannato per assocciazione con la mafia, solo di averla aiutata.
    E comunque, io sono fiduciosa.
    Berlusconi ha detto che appena viene rieletto, porterà radicali cambiamenti al nostro sistema giudiziario.
    Finalmente, estorsione, ricatto, concussione e lascio libero sfogo alla fantasia di ognuno… non saranno più reati perseguibili dalla magistratura.
    Non esisteranno più come reati nel codice penale.
    Finiranno tutte queste ingiustizie, da parte della magistratura, verso questi nostri bravi e onesti politici, che tanto a cuore hanno i problemi degli italiani. Mica i loro!

  2. Paola ha detto:

    La cosa che mi fa più sorridere, è l’atteggiamento dell’ ex guardasigilli Mastella.
    Quando era al governo, ricattava la maggioranza.
    Ora non è più al governo, in quanto dimissionario per amore della famiglia,
    avrei preferito le sue dimissioni da ministro della giustizia in quanto “indagato” ma, accontentiamoci del suo sacrificio per la famiglia…
    E ugualmente ricatta il governo, ministro o no, le buone abitudini sono dure a morire.

  3. Paola ha detto:

    A mio parere Mastella è doppiamente una vittima.
    Non può usufruire del suo indulto!!

  4. Chris ha detto:

    Questa è stata una settimana movimentata per la politica italiana.
    Ma sarà scordata molto presto.

  5. sandrozagatti ha detto:

    Tutto giusto. Ma come potevo tacere di questa epifania di solidarietà? Mentre il paese non fa altro che parlare di casta dei politici, gridando contro i privilegi, questi signori, imperterriti, celebrano il rito della loro intangibilità da parte dell’azione della magistratura. Continuiamo pure così.

  6. maria ha detto:

    Vi siete già dimenticati la solidarietà al Papa?
    Chi non abita a Trieste non può godere lo spettacolo di un enorme lenzuolo sulla facciata del Comune “TRIESTE STA COL PAPA”.
    Con questa storia della solidarietà che non si nega a nessuno, stiamo scivolando in una nuova barbarie medievale. Si salvi chi può.

  7. sandrozagatti ha detto:

    Allora ricordiamo anche la solidarietà concessa dalla signora Mastella al Papa il quale, inspiegabilmente, non ha ancora ricambiato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: