Fervida tv

cane

Dicono che la programmazione televisiva è appiattita, monotona, senza fantasia. In realtà, guardando alcuni programmi, trovo che sia vero il contrario.

Una trasmissione assolutamente pregevole, in tal senso, è Voyager, da apprezzarsi soprattutto per la tenacia con la quale tenta di migliorarsi di settimana in settimana. E con successo, poiché ogni puntata batte il primato mondiale di minchiate stabilito da quella precedente.

Ogniqualvolta vedo apparire sul video la faccia di Giacobbo, cerco di immaginare cosa ci racconterà. Che so: i Templari, dopo aver costruito le piramidi con l’aiuto degli alieni, rubano il sacro Graal dalla torre di Babele e lo nascondono nel lago di Loch Ness. Oppure: nei fondali del triangolo delle Bermude vive un dinosauro originario dell’Isola di Pasqua. E Stonehenge è stata costruita dai Maya. Ma il conduttore mi stupisce ogni volta, e mi piazza qualcosa che non sarei mai riuscito ad immaginare. Tipo uno scritto di Platone che predice la nascita di Gesù Cristo. O un Vangelo apocrifo che contiene le prove dell’esistenza di Atlantide.

Ma gli Dei dei palinsesti sono generosi, ed oltre a Voyager di Giacobbo ci regalano anche Pianeta 3 di Tozzi. E sono certo che la sfida fra i due ci regalerà grandi soddisfazioni. Già nella puntata odierna siamo passati in pochi minuti dalle settecento possibili ubicazioni di Atlantide – ovviamente costruita dagli alieni così come i nuraghi sardi – alla leggenda di Re Artù. Come non l’ho capito, perché faccio fatica a stargli dietro.

Ora che Tozzi e Giacobbo competono per strapparsi il primato degli ascolti, sono certo che la pregnanza fantasmagorica delle loro teorie ascenderà a vertici mai visti. Testimoni attendibilissimi (in genere drogati, alcolisti o psicopatici) ci racconteranno di mostri marini emersi dal golfo di San Francisco per raccontare, in una lingua molto simile al dialetto catalano, che i rotoli del mar Morto furono scritti da Mosè in persona. E poi draghi, yeti, serpenti mammiferi, allineamenti intercontinentali fra templi, megaliti volanti, cerchi nel grano, avvistamenti ufologici, città fantasma nei crateri vulcanici, corrispondenze astrali, suggestioni hitleriane, miti nordici e gioco del calcio. Gioco del calcio che, ovviamente, fu inventato dai Templari. Un caleidoscopio di corbellerie apocalittiche di fronte delle quali anche l’intelletto più saldo rischia di soccombere.

Però bisogna riconoscere che ogni tanto il senso del limite sembra prevalere. Andiamo alla scoperta di un animale misterioso, avvistato dagli abitanti di uno sperduto villaggio siberiano. Sconosciuto agli etologi, agli zoologi, ai naturalisti. Un animale mezzo rettile e mezzo mammifero, volante ma senza ali, carnivoro ma forse erbivoro, notturno ma avvistato di giorno, capace di proferire versi che ricordano la voce umana (con inflessione catalana). Ma dopo lunga ed approfondita indagine (lunga quanto basta a far sette minuti di trasmissione) da parte di un pool di qualificatissimi esperti, il velo del mistero si squarcia: l’animale misterioso è un cane.

Ma colpo di scena: è il cane di Re Artù.

5 risposte a Fervida tv

  1. aforisma scrive:

    Difficilmente ho mai incontrato un matematico in grado di ragionare.
    Platone

  2. a caccia di cammelli scrive:

    🙂

  3. sandrozagatti scrive:

    Tanti anni fa un anziano triestino, commentando la degenerazione della politica locale, mi confessò amareggiato: “andando avanti così, in piazza sant’antonio ci troveremo anche i cammelli”. Chissà dov’è adesso, se è ancora vivo, e se ricorda quella profezia.

  4. stefan cok scrive:

    Ma è così male il programma di Tozzi? peccato, perchè quando faceva gaia mi sembrava che perlomeno facesse un tentativo per offrire qualcosa di un po’ diverso (e intellettualmente al di sopra dell’uomo di neanderthal) di Bepi che se la prende con Ucio nell’ennesimo reality…

    Io sinceramente ormai fatico a guardare qualsiasi cosa oltre a qualche documentarino (senza grandi pretese, eh!) de La7 tipo Atlantide o cose simili..

  5. sandrozagatti scrive:

    Come fosse Gaia non lo so, la tv la vedo poco e distrattamente. Ma la puntata che ho visto io di Pianeta 3 è stata esilarante.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: